Cosa occorre per lavorare a uncinetto: forbici&co

Ora che abbiamo individuato il giusto uncinetto e il giusto filato, cosa altro ci serve prima di metterci al lavoro? Poco altro:

  • FORBICI: vanno bene qualsiasi tipo di forbici, ma è meglio se sono piccole e con punta arrotondata per tagliare i filati e spuntare le code di filo senza il rischio di rovinare il lavoro
  • AGHI PER LA LANA, che di solito hanno una cruna più grande degli aghi da cucito e la punta arrotondata per non rompere le maglie lavorate o spaccare il filato. Servono per fermare i fili o per unire pezzi del lavoro. Ce ne sono di diverse misure e di diversi materiali (plastica e acciaio), l’importante è che il filo entri nella cruna.
  • METRO A NASTRO: è il metro da sarta che serve per misurare il campione iniziale e prendere le misure del lavoro che si sta realizzando
  • SEGNAPUNTI: sono simili alle spille da balia, ma hanno la punta arrotondata per non rovinare il filato. Ce ne sono di plastica e di metallo e servono per mettere in evidenza dei punti particolari per ritrovarli immediatamente, come per esempio nella lavorazione in tondo ad ogni cambio di giro. Possono essere sostituiti da un filo di colore contrastante rispetto al resto del lavoro.
  • SPILLI meglio quelli con la capocchia grossa e colorata in modo che non si nascondano nel lavoro. Possono essere usati per misurare il campione iniziale, per “imbastire” le cuciture fra i pezzi di un lavoro o per segnare sul foglio dello schema del lavoro il punto in cui si è arrivati.
  • BORSA PORTA-LAVORO utile soprattutto per i lavori di colore bianco che si sporcano facilmente, ma anche per riporre gli altri attrezzi del mestiere.
  • FOGLIO CON IL PROGETTO STAMPATO per poter segnare il punto dove si è arrivati, ma anche per prendere appunti, nel caso si facessero modifiche in itinere e si volesse ripetere il lavoro

Alcune chicche per completare l’elenco degli attrezzi utili:

  • CALCOLATORE DEL PESO DEL FILO (Wrap per inch tool): si tratta di una bacchetta attorno a cui si avvolge il filo. In base al numero di giri contenuti in 2,5 cm (o meglio 1 pollice), secondo le indicazioni di una tabella, si può verificare il peso del filo. Qui trovate un video tutorial su come funziona questo strano strumento.

  • MISURATORE DI UNCINETTI: si tratta di un rettangolo di plastica o altro materiale, con dei buchi in cui infilare l’uncinetto per conoscerne la misura
  • CONTA RIGHE: si tratta di un contatore con un bottone che va premuto ad ogni fine giro in modo da visualizzare il numero delle righe già lavorate.

Ora abbiamo tutto quello che ci serve, o quasi, vedremo alcuni manuali per imparare a usare questi attrezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *