Calendario dell’Avvento

Si avvicina il Natale e nella giornata universale del bambino non potevo non dedicare un po’ di spazio alla creazione di un calendario dell’Avvento. Anche se non abbiamo dei piccoli che girano per casa, il dolcetto quotidiano in attesa della Sanata notte ci riporta indietro negli anni e ci fa sentire tutti ancora un po’ bambini.

Quello che vedete è un esperimento di cucito che ho fatto l’anno scorso, prendendo spunto da un modello visto in un negozio di dolciumi. Mi sono detta, perché comprarlo quando posso crearlo con le mie mani? Ed ecco qui il risultato.

Se volete costruirlo anche voi, vi occorre:

  • cartamodello (io l’ho trovato sul sito eatpraycreate.com)
  • un foglio di feltro da 3 mm del colore desiderato
  • un foglio di feltro o pannolenci da 1 mm verde
  • scampoli di stoffe a motivo natalizio
  • filo coordinato alle stoffe (io ho usato il rosso)
  • un pezzo di nastro
  • un fiocco (facoltativo)

Innanzitutto bisogna fare il cartamodello. Per tracciare una forma simmetrica, meglio piegare il foglio a metà nel senso della lunghezza e, facendo riferimento alle misure riportate nella foto qui sotto, tracciare a mano libera la forma. Come si può vedere, non sopporto lo spreco di carta delle offerte commerciali che intasano le nostre cassette delle lettere. Quindi le riuso per creare cartamodelli sostenibili, dato che la pesantezza della carta è simile a quella usata in sartoria.

Una volta fatto questo, bisogna ritagliare una forma d’albero da ciascuno dei due fogli di feltro.

Sovrapporre l’albero di feltro verde all’altro, avendo cura che il bordo combaci in tutte le parti. Mettere gli spilli lungo tutto il perimetro in modo che siano perpendicolari al bordo. In corrispondenza della punta dell’albero, inserire un pezzo di nastro piegato a metà, che andrà a formare l’asola per appendere il calendario. Cucire insieme i due pezzi di feltro lungo tutto il perimetro.

A questo punto bisogna creare le tasche per i dolcetti e quindi si tagliano i vari pezzi di stoffa natalizia:

  • 2 pezzi  7 x 9 cm
  • 2 pezzi  7 x 14 cm
  • 4 pezzi  7 x 20 cm
  • 2 pezzi  7 x 28 cm
  • 2 pezzi  7 x 34 cm
  • 2 pezzi  7 x 41 cm

Io ho usato tre stoffe diverse, ma se ne può usare solo una o anche di più. I pezzi della stessa misura vanno abbinati dritto contro dritto, spillati sui 4 lati in modo che gli spilli siano perpendicolari al bordo e poi cuciti lungo il perimetro (a circa 1 cm dal margine), avendo cura di non chiudere completamente la cucitura, ma di lasciare qualche centimetro di apertura per potere rivoltare il lavoro sul dritto. Se il motivo della la stoffa ha un verso preciso, l’apertura è meglio lasciarla in basso. Dopo aver spuntato gli angoli con un taglio a 45°, rivoltare sul dritto, aiutandosi con un uncinetto o una penna per sistemare bene gli angoli.

Una volta  cucite e rivoltate tutte e 7 le strisce di stoffa per le tasche, bisogna provare a posizionarle sulla forma dell’albero. Io ho misurato 3,5 cm dal fondo e 2,5 cm fra le diverse fasce. Una volta fissate al feltro con degli spilli, si passa  per ognuna alla cucitura lungo tre lati della tasca, due corti e uno lungo. Fare attenzione che il lato lungo scelto per la cucitura sia quello che presenta l’apertura lasciata per rivoltare sul dritto,  poiché in questo modo si chiude la tasca e la si fissa al feltro con un unico passaggio e, se si sono seguite tutte le indicazioni precedenti, il disegno della stoffa dovrebbe essere dritto.

Ci siamo quasi! Adesso mancano solo le cuciture per dividere le tasche più grandi in tasche più piccole, della misura di un dolcetto, 5×5 cm circa. Basta una cucitura dritta in corrispondenza della divisione voluta. A parte la prima tasca in cima all’albero che è singola, ho previsto, partendo dall’alto:

  • 2 tasche sulla seconda fascia (1 cucitura divisoria)
  • 3 tasche sulla terza e quarta fascia (2 cuciture divisorie per ciascuna)
  • 4 tasche sulla quinta (3 cuciture divisorie)
  • 5 tasche sulla sesta (4 cuciture divisorie)
  • 6 tasche sulla settima (5 cuciture divisorie)

In tutto si ottengono 24 tasche. Il giorno di Natale non è contemplato perché si ricevono già tanti regali.

Se volete aggiungere un tocco in più, potete cucire in cima all’albero, in corrispondenza dell’appendino, un fiocco già pronto oppure fabbricarvelo come ho fatto io seguendo questo semplice tutorial. Ed ecco il calendario dell’Avvento finito!!

Non vi resta che andare a comprare i dolcetti e aspettare che arrivi Natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *