Berretto S. Valentino uncinetto

Berretto di S. Valentino all’uncinetto per lui e per lei

Si avvicina il 14 febbraio, giorno in cui si festeggia S. Valentino, vescovo martire patrono degli innamorati. Non ci sono testimonianze storiche riguardo al legame fra la vita del santo e il suo patronato. Pare che sia stato papa Gelasio I nel 496 d.C. a istituire questa ricorrenza per sostituirla ai riti romani della fertilità, i lupercalia, che si celebravano il 15 febbraio. Anticipando la data al giorno precedente, consacrato a S. Valentino, il papa sperava di porre fine agli eccessi e alle trasgressioni della festa pagana e di riportarla all’interno della morale cristiana. Nei paesi anglosassoni, è rimasta la tradizione fra gli innamorati di scambiarsi messaggi d’amore su bigliettini sagomati a cuore nel giorno di S. Valentino. L’industria e la globalizzazione hanno poi cavalcato questa usanza per diffondere la consuetudine dello scambio di veri e propri regali.

Se vogliamo attenerci alla tradizione, possiamo inviare missive o bigliettini alla nostra dolce metà oppure esprimere il nostro affetto con piccolo dono fatto a mano con tanto amore e dedizione. Credo che quello che conti sia la sincerità e l’intenzione del gesto che compiamo.

Io vi propongo un progetto per far sentire il proprio calore e la propria vicinanza alla persona amata anche nei giorni più freddi e nevosi. Si tratta di un modello di berretto all’uncinetto, che con qualche piccola differenza nella lavorazione, può andar bene sia per lui che per lei. Il progetto originale in inglese è di di Nancy Smith e si può scaricare gratuitamente in pdf sul sito ravelry.com

L’autrice lo lavora con due lane di colore differente. Io invece ho preferito la tinta unita e ho scelto il nero, perché più facilmente abbinabile. Sono previsti due tipi di lavorazione: a coste dritte e a spirale. Ho usato la prima per realizzare il modello da uomo, fatto con lana più pettinata e sottile, e la seconda per quello da donna, creato con lana più grossa e pelosa. Quello che cambia nella lavorazione è solo dove si infila l’uncinetto per realizzare la maglia bassa fra una maglia alta in rilievo e l’altra:

  • se in cima alla stessa maglia alta in rilievo si ottengono coste dritte
  • se in corrispondenza della maglia bassa sottostante si ottengono invece coste a spirale

 

Punti e abbreviazioni utilizzate

cat        = catenella

mbss     = maglia bassissima

mb        = maglia bassa

ma        = maglia alta

m          = maglia

unc       = uncinetto

maRF    = maglia alta in rilievo davanti. Gittata sull’unc, inserire l’unc dietro alla maglia della riga sottostante, gittata di filo, estrarre il filo dalla maglia (3 asole sull’unc), lavorare come una ma. Tutorial

mbcdr   = maglia bassa in costa dietro, cioè lavorata puntando l’uncinetto solo nella parte posteriore della piccola V della maglia sottostante. Tutorial

 

PER LUI

Occorrente

  • Uncinetto 5 mm
  • 100 g di lana da lavorare con l’uncinetto 5 mm
  • Ago per la lana
  • Forbici
  • Tutorial stampato (pdf gratuito)

Iniziare con l’anello magico o 3 cat chiuse da 1 mbss a formare un cerchio.

1° giro: 3 cat, 11 ma nell’anello, 1mbss per chiudere il giro, 1 cat

2° giro: 1 mb nella 1a ma, maRF attorno alla stessa ma, *1 mb nella m successiva, 1 maRF attorno alla stessa m**, ripetere da * a **, 1 mbss per chiudere il giro, 1 cat (12 mb, 12 maRF)

3° giro: 1 mb nella 1° m, *2 maRF attorno alla maRF successiva, 1 mb nella m successiva**, ripetere da * a **, 2 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (12 mb, 24 maRF)

4° giro: 1 mb nella 1° m, *1 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb in cima alla stessa maRF, maRF attorno alla successiva maRF, mb nella successiva mb** ripetere da * a **, 1 maRF nell’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (24 mb, 24 maRF)

5° giro: 1 mb nella 1° m, *(1 maRF attorno alla successiva maRF, mb nella successiva mb) x 3 volte, 2 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb nella successiva mb, ripetere da * a **, 2 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (24 mb, 30 maRF)

giro: 1 mb nella 1° m, *(1 maRF attorno alla successiva maRF, mb nella successiva mb) x 3 volte, 1 maRF attorno alla successiva maRF, 1mb in cima alla stessa maRF, 1 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb nella successiva mb**, ripetere da * a ** fino alle ultime 2 maRF, 1 maRF attorno alla maRF successiva, 1 mb in cima alla stessa maRF, 1 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (30 mb, 30 maRF)

 

Scegliere la lavorazione a coste dritte!

7° – 26° giro: 1 mb nella 1° m, *1 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb in cima alla stessa m*, ripetere da * a **, 1 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat

27° giro: 1 mb in ogni m sottostante, 1 mbb per chiudere il giro

 

PER LEI

Occorrente

  • Uncinetto 6 mm
  • 100 g di lana da lavorare con l’uncinetto 6 mm
  • Ago per la lana
  • Forbici
  • Tutorial stampato (pdf gratuito)
  • Bottone (facoltativo)

Iniziare con l’anello magico o 3 cat chiuse da 1 mbss a formare un cerchio

1° giro: 3 cat, 11 ma nell’anello, 1mbss per chiudere il giro, 1 cat

2° giro: 1 mb nella 1a ma, maRF attorno alla stessa ma, *1 mb nella m successiva, 1 maRF attorno alla stessa m**, ripetere da * a **, 1 mbss per chiudere il giro, 1 cat (12 mb, 12 maRF)

3° giro: 1 mb nella 1° m, *2 maRF attorno alla maRF successiva, 1 mb nella m successiva**, ripetere da * a **, 2 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (12 mb, 24 maRF)

4° giro: 1 mb nella 1° m, *1 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb in cima alla stessa maRF, maRF attorno alla successiva maRF, mb nella successiva mb** ripetere da * a **, 1 maRF nell’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat (24 mb, 24 maRF)

Scegliere la lavorazione a spirale!

7° – 16° giro: 1 mb nella 1° m, *1 maRF attorno alla successiva maRF, 1 mb nella successiva mb*, ripetere da * a **, 1 maRF attorno all’ultima maRF, 1 mbss, 1 cat

17° giro: 1 cat, 1 mb in ogni maglia sottostante, 1 mbss per chiudere il giro

Invertire il verso del lavoro per creare il risvolto

18° – 21° giro: 1 cat, 1 mbcdr in ogni maglia sottostante, 1 mbss per chiudere il giro

Tagliare il filo, lasciando una lunga coda e chiudere l’ultima m. Con il filo fissare il risvolto con una cucitura su tutte le maglie dell’ultimo giro. Per rendere il berretto più femminile, si può aggiungere un bottone o qualche perlina sul bordo.

 

Se ti è piaciuto il tutorial, puoi condividerlo e scaricare i pdf gratuiti per lui e per lei.

Buon S. Valentino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *