11 Manuali base per l’uncinetto

Come per il laboratorio di cucito, propongo qui un elenco di manuali di uncinetto che possono essere utili a chi vuole imparare o migliorare la tecnica e non ha la fortuna di avere una nonna o mamma o qualche amica a cui chiedere aiuto. Sono tutti libri che ho visto e sfogliato personalmente nelle mie frequentazioni in libreria e in biblioteca e di cui ho scritto una piccola recensione per orientarvi nella scelta. Ovviamente sono pubblicazioni italiane, anche se in inglese ci sarebbero molte più risorse, come la chicca che ho trovato in internet. Si tratta del primo libro di schemi all’uncinetto pubblicato da Mademoiselle  Riego de la Branchardière nel 1846 con il titolo Knitting, Crochet, and Netting, with Twelve Illustrations (Maglia, uncinetto e filet con 12 illustrazioni) che si può consultare o scaricare gratuitamente qui. E’ un libro affascinante, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa partecipi dei gusti e dei modelli usati nel XIX secolo. Sarebbe interessante provare qualche progetto e vedere cosa ne esce. Ma vediamo ora le pubblicazioni moderne.

 

Lavorare all'uncinettoUno dei testi che consiglio caldamente è Lavorare all’uncinetto. Imparare a lavorare all’uncinetto con 19 progetti, Keybook, 2010. Secondo me il punto di forza di questo libro è che spiega le tecniche e i punti base in modo semplice e con tante immagini, invitando il lettore a mettere in pratica subito le nozioni appena apprese con dei semplici progetti. Purtroppo ho constatato che non è più in commercio, ma sicuramente in qualche biblioteca si trova o in qualche mercatino di libri usati. Sarebbe stata davvero un’occasione, dato il costo modico. Forse è per questo che è andato a ruba.

 

uncinettoPer fortuna da poco è stata pubblicata una valida alternativa da Tracey Todhunter, Uncinetto, Milano, Il Castello, 2016. Si tratta di un manuale diviso in 5 sezioni, ognuna delle quali si chiude con dei progetti per mettere in pratica le nozioni appena esposte. Troviamo: le tecniche fondamentali, lavorare in tondo con le mattonelle e il lavoro a tubolare, motivi di punti dedicato ai punti fantasia, tocchi di rifinitura e migliorare le proprie capacità con un’introduzione all’uncinetto tunisino, a forcella e al punto peruviano. Il testo è corredato da molte immagini e si chiude con un utile glossario e tabella con i simboli e le abbreviazioni.

 

Le basi dell'uncinettoSopperisce alla mancanza del primo libro anche il volume di Nicki Trench, Le basi dell’uncinetto. Un corso passo passo per principianti, Milano, Il Castello, 2015, che è proprio quello che recita il titolo. L’autrice nella prima parte fa un’introduzione generale sui filati, i tipi di uncinetto, i punti e le tecniche base e poi nella seconda descrive tecniche specifiche, come la lavorazione in tondo e i bordi per le rifiniture e propone dei piccoli progetti da indossare o per la casa, per mettere subito in pratica le nozioni appena apprese. Le spiegazioni dei punti base sono particolarmente chiare perché per ogni punto ci sono la spiegazione, le immagini con i vari passaggi e poi lo schema con i simboli. Non mancano i punti base variati e alcuni punti fantasia. Consigliato!

 

Il manuale dell'uncinettoPiù sintetico nelle spiegazioni delle tecniche di base è il libro di Segattini Gaia, Il manuale dell’uncinetto. Tutte le basi spiegate passo passo, per mettersi alla prova fin da subito e 20 progetti originali con livello di difficoltà, Milano, Gribaudo, 2015. Infatti la prima parte illustra le tecniche base con illustrazioni, la seconda parte del libro è invece dedicata ai progetti divisi per abbigliamento e accessori, home decor, giocattoli e gadget per animali. La grafica è simpatica e accattivante, ma forse per chi cerca un manuale per imparare la tecnica è un po’ scarso di spiegazioni.

 

Il libro dell'uncinettoIl libro di Jan Eaton, Il libro dell’uncinetto. I materiali, le tecniche e i progetti, Milano, Hoepli, 2007, ha più o meno la stessa impostazione dei precedenti, perché coniuga la spiegazione delle tecniche di base con l’applicazione immediata in 12 progetti per lo più da indossare, adatti ai principianti. Le spiegazioni sono chiare, con immagini e fotografie a supporto del testo. Simpatiche la sezione dedicata alle mattonelle di diverse forme e quella dedicata alle rifiniture.

 

Scuola di uncinettoLe prime 40 pagine del libro Scuola di uncinetto, Firenze-Milano, Giunti-Demetra, 2006, presentano un’esposizione chiara e concisa dei punti e delle tecniche base con foto e immagini che spiegano i punti passo passo. Meno interessante, a mio avviso, la seconda parte, che si sofferma su qualche punto fantasia, modelli di mattonelle, bordi, tende e qualche piccolo progetto all’uncinetto, ma senza essere esauriente. Mi permetto di dire che questo libro è stato edito in forma quasi identica (forse c’è qualche progetto in più e qualche punto in meno) dalla stessa casa editrice nel 2010 con il titolo Tutti i punti, che segue. Quindi basta scegliere o uno o l’altro.

 

 UncinettUncinetto. Tutti i puntio. Tutti i punti, Firenze-Milano, Giunti-Demetra, 2010. A dispetto del titolo che farebbe pensare a un volume interamente dedicato ai punti fantasia, questo libro replica quasi esattamente il precedente Scuola di uncinetto a cui rimando.

 

 

Lavorare all'uncinettoMaddalena Noceto , Lavorare all’uncinetto. Guida pratica completa con 36 punti fantasia, Milano, DVE Italia, 1998. Il manuale è diviso in due parti: la prima descrive le tecniche base, la seconda presenta una carrellata di punti fantasia. Nell’introduzione vengono trattati i filato, i punti base, come si unisce il filo, la lavorazione in tondo e tubolare, gli aumenti e le diminuzioni, gli occhielli, le frange, le cuciture, le rifiniture, come si modellano i pezzi per la confezione di indumenti, alcuni tipi di mattonelle e un’introduzione al filet, alla maglia tunisina e a forcella. Seguono 36 punti fantasia più o meno traforati e complessi. Il libro ha un veste grafica non troppo accattivante, perché stampato su carta riciclata e con disegni e fotografie in bianco e nero. Quanto ai contenuti invece dà un’infarinatura generale di base buona.

 

Scuola di uncinettoPer chi invece ha già un po’ di dimestichezza con l’uncinetto e vuole imparare qualche segreto in più consiglio Scuola di uncinetto, Milano, Fabbri, 2001. Si trovano infatti tutti i punti base e le varianti, gli aumenti singoli e multipli, varie lavorazioni come jacquard e filet, la lavorazione in tondo con tante varianti, bordi e rifiniture e alcuni punti fantasia. Non ci sono progetti, ma il materiale proposto è talmente vario che suscita sicuramente la curiosità di provare qualcosa. Unica pecca è che la trattazione non è molto lineare, ma salta da un argomento all’altro, senza continuità.

 

Scuola di uncinetto dalla a alla zPiù ordinato nell’esposizione, ma molto simile come contenuti al precedente è il libro Scuola di uncinetto dalla A alla Z, Milano, Vallardi, 2010. Come sempre si inizia con le tecniche e i punti di base piegati in modo dettagliato con le foto dei vari passaggi, poi c’è una sezione dedicata ai punti fantasia, una a tecniche avanzate come uncinetto tunisino e irlandese e il filet, quindi l’ultima parte si occupa di rifiniture e bordi per completare i lavori. Peccato per la scomodissima rilegatura a spirale.

 

Come dice iluncinetto, 300 trucchi e consigli del mestiere titolo di Jan Eaton, 300 trucchi e consigli del mestiere. Un indispensabile compendio di tecniche, astuzie e consigli, Milano, Il Castello, 2008, in questa pubblicazione vengono raccolti molti suggerimenti per chi ha già imparato a lavorare a uncinetto divisi per: gli attrezzi essenziali, schemi e modelli, progettare, tecniche di base, lavorare in tondo, divertirsi con i colori e confezionare e rifinire. Non ci sono progetti da realizzare, tranne un simpatico porta uncinetti in stoffa.

 

Trovi queste e altre indicazioni bibliografiche aggiornate nella sezione Per approfondire -> Manuali e libri di uncinetto

Prossimamente vi proporrò dei manuali dedicati ai punti fantasia e ai progetti all’uncinetto e qualche risorsa online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *