Fettuccia da T-shirt

Fettuccia a costo zero da vecchie T-shirt

Nel post di oggi vi propongo un tutorial per ottenere della fettuccia a costo zero. Promozione speciale in qualche store on-line? No! La soluzione è molto più vicina e a portata di mano. Basta aprire l’armadio e cercare delle vecchie T-shirt che non mettiamo più. Tutti ne abbiamo qualcuna sepolta da anni sotto pile e pile di vestiti. Perché non dare loro nuova vita per ricavarne della fettuccia letteralmente a costo zero?

La fettuccia, nonostante sia ricavata dagli scarti della lavorazione, se acquistata in negozio, costa. Con questo tutorial abbiamo quindi la possibilità di risparmiare e anche di fare una scelta sostenibile per l’ambiente. Come già sottolineato nella pagina introduttiva di questa rubrica, servono molti litri d’acqua per produrre tessuto di cotone ex novo. Se ricicliamo anche solo qualche capo, l’inquinamento si riduce. Vediamo allora i passaggi per avere gomitoli di fettuccia pronti da lavorare all’uncinetto.

OCCORRENTE

  • vecchie T-shirt
  • forbici da sarta
  • squadra rettangolare o righello
  • matita
  • un pezzo di carta

Prendere una T-shirt e stenderla su una superficie piana con il dietro rivolto verso l’alto. Togliendo tutte le eventuali pieghe.

T-shirt

Piegare per il senso della lunghezza la T-shirt, tenendo la cucitura laterale superiore a 3 cm da quella inferiore. In questo modo le due metà della T-shirt non sono perfettamente sovrapposte.

T-shirt piegata a metà

Tagliare tutto l’orlo inferiore della T-shirt.

T-shirt taglio orlo

Se serve, tracciare delle linee parallele a 1,5-2 cm l’una dall’altra con un tratto appena visibile, partendo dal margine inferiore della T-shirt. Io ho usato una quadra rettangolare e una matita.

T-shirt disegno strisce

A questo punto, con delle forbici da sarta, praticare dei tagli lungo le linee appena tracciate.

IMPORTANTE! Il taglio delle varie strisce deve arrivare fino alla cucitura laterale della metà che sta sopra, lasciando inalterata la cucitura laterale che tocca il tavolo.

T-sshirt taglio strisce

Continuare con i tagli finché si arriva all’altezza delle ascelle.  A questo punto tagliare fino in fondo, in modo da togliere la parte superiore della T-shirt.

T-shirt taglio parte superiore

Ristendere la T-shirt sul piano di lavoro, infilare un braccio all’altezza della cucitura laterale rimasta e appiattire la cucitura con la parte di stoffa rimasta intera.

T-shirt tagli obliqui

Con le forbici, praticare dei tagli obliqui, partendo dal margine inferiore della T-shirt, in modo unire i tagli che stanno sui due lati della cucitura. In questo modo si crea una lunga e continua spirale.

T-shirt spirale

Se il tessuto è elastico, nel tirare la striscia di stoffa, pezzo per pezzo, i bordi si arrotolano verso l’interno, formando una vera e propria fettuccia. Nel caso non sia elastico, bisogna procedere ad arrotolare a mano o come ho fatto io piegare a metà la fettuccia. Ultimo passaggio, avvolgerla ben stretta su un pezzo di carta in modo che prenda la piega. Il risultato è questo.

T-shirt gomitolo

 

COME SI UNISCONO LE FETTUCCE?

Di solito, con la fettuccia di un’unica maglietta non si riesce ad ultimare un progetto. Quindi come si uniscono i vari pezzi di fettuccia? Innanzitutto, bisogna praticare due piccoli tagli alle estremità dei due pezzi di fettuccia, in modo che siano paralleli al verso della fettuccia stessa.

Fettuccia estremità

 

Poi si annodano. Io ho trovato due modi possibili:

1. Con nodo semplice

Fettuccia nodo semplice

 

2. Con nodo scorsoio

Fetuccia nodo scorsoio

Che dite? Andiamo nell’armadio a vedere se ci sono dei tesori nascosti?

Prossimamente vedremo come creare un cestino svuotatasche dalla fettuccia ottenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *