Borsa da ombrello rotto tutorial

Trasformiamo un ombrello rotto in una borsa

Qualche tempo fa mi si è rotto un ombrello che mi accompagnava da anni nelle giornate piovose e nevose. Prima di portarlo al centro di raccolta, ho pensato che era davvero un sacrilegio non sfruttare almeno la tela impermeabile, che era ancora intatta. Navigando sul web, ho scoperto che da quel pezzo di tela a spicchi si può ricavare un’utile borsa multiuso, da tenere sempre in borsetta per ogni evenienza. Il fatto poi che sia impermeabile è una comoda caratteristica in più. Quando si va a fare la spesa, per esempio capita che i surgelati o i prodotti da frigo rilascino un po’ d’acqua. Con questa borsa riciclosa, il problema è risolto, anche se dobbiamo portare qualcosa che non si deve assolutamente bagnare con la pioggia, come un libro.

Ho trovato diversi modelli e tutorial, ma alla fine ho deciso di scriverne uno mio in modo da descrivere esattamente i vari passaggi che ho fatto. Partiamo dallo staccare la tela dall’intelaiatura dell’ombrello. Con una forbicina bisogna tagliare i fili che la fissano in corrispondenza delle punte e di metà stecca. E’ un lavoro che richiede un po’ di pazienza, ma è molto semplice. Poi, in base al tipo di ombrello, bisogna svitare o togliere la punta, per poter rimuovere la tela completamente. A questo punto abbiamo la materia prima essenziale per la borsa.

OCCORRENTE

  • tela di un ombrello rotto
  • filo coordinato
  • forbici
  • metro da sarta
  • macchina da cucire
  • spilli

Piegare a metà la tela dell’ombrello dritto contro dritto, in modo che al centro del “semicerchio”ci sia un lato dritto più o meno parallelo alla piega mediana e non una punta. Controllare anche che il laccio di chiusura dell’ombrello con il velcro sia nello spazio dello spicchio centrale.

E’ importante cercare di stendere bene la stoffa su una superficie piana, aiutandosi con qualche spillo qua e là e  fermare la stoffa sulle punte alla base dello spicchio centrale.

Misurare 5 cm dalle due punte alla base dello spicchio centrale e tracciare due linee perpendicolari dalla base verso la piega mediana.

Borsa da ombrello rotto

Mettere qualche spillo lungo la linea tratteggiata, per tenere ferma la stoffa e tagliare lungo quelli che saranno i due lati della borsa.

Tracciare una linea parallela alla base in corrispondenza della piega mediana e tagliare. In questo modo abbiamo ottenuto due rettangoli uguali che saranno il corpo della borsa. Il risultato dovrebbe essere questo.

Borsa da ombrello rotto

A questo punto bisogna mettersi alla macchina da cucire. Applicare gli spilli perpendicolarmente alla base della borsa e fare un cucitura dritta. Non serve in questo caso fare una cucitura all’inglese, perché in corrispondenza bordo esterno, c’è già l’orlo.

Togliere gli spilli dai lati e rivoltare sul dritto la borsa. Mettere gli spilli perpendicolarmente ai due lati e eseguire due cuciture dritte a 0,5 cm dal margine.

Borsa da ombrello rotto

Rifilare la stoffa a 2-3 mm dalla cucitura. Rivoltare la borsa sul rovescio. Spillare di nuovo i due lati, in modo che gli spilli siano perpendicolari ai lati ed eseguire una cucitura a 0,5 mm dal margine.

Borsa da ombrello rotto

In questo modo abbiamo realizzato una cucitura all’inglese che ha il pregio di “nascondere” i margini della stoffa, impedendo che con l’uso si sfilaccino.

Passiamo ora a realizzare i manici con i residui di stoffa.

Piegare lo scampolo a metà dritto contro dritto, in modo da poter ricavare una striscia di stoffa che sia almeno 12 x 70 cm. Dopo aver disegnato la sagoma e prima di tagliare, mettere qualche spillo per tenere la stoffa ben appaiata.

Borsa da ombrello rotto

Togliere gli spilli e con il rovescio della stoffa verso l’alto, piegare a metà nel senso della lunghezza, poi portare le estremità dei due lati lunghi verso la piega mediana e chiudere piegando sempre lungo la piega mediana. Fissare con degli spilli perpendicolarmente al margine.

Borsa da ombrello rotto

Questa operazione sarebbe molto più facile con un ferro da stiro per fissare le varie pieghe, ma con un tessuto impermeabile non è possibile, quindi bisogna aiutarsi con gli spilli e armarsi di pazienza. Il manico dovrebbe essere largo circa 3 cm. A questo punto eseguire una cucitura a 0,5 mm dal margine, lungo tutto il perimetro della striscia di stoffa. Ripetere le operazioni per il secondo manico della borsa.

Rivoltare la borsa sul rovescio e ripiegare due volte il margine superiore, in modo da ottenere un orlo di 2-2,5 cm. Fissare con degli spilli messi perpendicolarmente al bordo.

Misurare il centro del bordo superiore e fissare con degli spilli le estremità del manico a 8 cm da una parte e dall’altra rispetto al centro, rivoltando le estremità sotto l’orlo. Ripetere l’operazione anche per l’altro manico.

Borsa da ombrello rotto

Rivoltare sul dritto e cucire lungo il bordo inferiore dell’orlo e poi lungo quello superiore in modo da fissare bene i due manici alla borsa.

Ed ecco fatto! Con il laccio di chiusura dell’ombrello possiamo ora chiudere la nostra borsa, per portela tenere comodamente in borsetta.

Borsa da ombrello rotto

Sentiamoci orgogliose di aver riciclato un oggetto rotto, riusandone una parte e riducendo in questo modo la massa dei rifiuti.

Evviva l’ecocucito creativo!

4 pensieri su “Trasformiamo un ombrello rotto in una borsa

    1. Grazie Liliana! Hai ragione, tutti dovrebbero portarsi appresso una borsa di stoffa per la spesa, perché oltre all’utilità, si diminuirebbe il numero di quelle usa e getta. Tu che modello hai usato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *